Nel nome dell’orrore

Essere Sinistra

accoltellamento-tuttacronaca

di Ivana FABRIS

≈≈≈

Carlo…perchè?
Perchè quel coltello?
Perchè me l’hai piantato in gola prendendomi alle spalle?
Di quale orrenda colpa mi accusi?

Perchè io? Perchè noi, così, adesso?

Ho appena fatto l’amore con te, ti ho dato il mio corpo, ignara, fiduciosa.

Mi sono data a te come faccio sempre e tu ti sei preso anche questo prima di sferrarmi il tuo fendente.

Carlo, siamo qui, nella nostra casa,
I nostri bambini dormono di sopra.
I bambini, Carlo. I nostri bambini…
I nostri bambini…i bambini…mio Dio, i miei bambini…

≈≈≈

Voi lo sapete cos’è l’orrore?
Avete mai temuto, un solo istante, per la vostra vita? Avete mai temuto che qualcuno facesse male ai vostri figli per colpire voi? Anche quello è orrore.
L’avete mai visto da vicino? Vi siete mai trovati nella condizione di avere paura che vostro marito o vostra moglie fossero un reale pericolo per voi e…

View original post 1,321 more words

Advertisements

RICORDI

E’ qualcosa del tuo vissuto che resta lì, debole o forte, e condiziona pensieri e azioni future.

CARLOANIBALDIPOST.COM

Perchè_non_ricordo_i_sogniSappiamo cosa in biochimica determina il ricordo…nella vita psichica invece penso sia il contenuto energetico della vita, ciò che non si disperde mai ma si trasforma. Infatti il ricordo non è mai aderente alla realtà che fu, ma solo all’energia connessa. Il ricordo è un racconto e non raramente è un riscrivere la nostra storia. Quando Carl Gustav Jung nell’incipit di “Ricordi, sogni e Riflessioni” afferma che “La mia vita è la storia dell’autorealizzazione dell’inconscio”, la sta interpretando e riscrivendo, la sua storia, sulla base dei ricordi. Questo sono i ricordi…un tentativo di interpretare e riscrivere la propria storia sulla base dell’energia imprigionata nei ricordi stessi. Mio padre mi raccontò forse un centinaio di volte i suoi ricordi del tempo della prigionia in Germania dopo l’8 settembre…ma mai una volta che coincidessero col racconto precedente…la sua rielaborazione è durata una vita intera…di quel tempo carico di emozioni. (Carlo Anibaldi…

View original post 1 more word