I Miracoli di Valeria

mai una stagione esatta

Facile a dirsi, per il signor padrone, campare a millecento euro il mese.
Valeria osserva le sue scarpe buone, e prova a ricordare quando le ha comprate, se due, o tre anni fa, alla svendita di quel negozio che chiudeva i battenti. Trentanove euro strappati alla spesa settimanale, rimediati centesimo su centesimo dai resti del supermercato, anzi del discount, che prima pareva che ci andassero solo gli extracomunitari, e ora la fila alla cassa la fanno pure le mogli degli impiegati.
Guido è in fabbrica da una vita, ma lo stipendio pare fermo da due, e se prima si mangiava la carne anche due volte a settimana, se la frutta non mancava mai, se la verdura era quella del fruttarolo, ora la pastasciutta tiene banco sei giorni su sette, la domenica tanto si va da mamma.
Valeria tutte le mattine prepara la colazione per Pietrino, che sia bella abbondante, che…

View original post 472 more words

Advertisements

2 thoughts on “I Miracoli di Valeria”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s